VanGoghAlive

E io che pensavo di cavarmela con gli aforismi. E che Van Gogh fosse un’artista “solo” coi quadri. Davvero non conoscevo bene Vincent (lo chiamo per nome perché sono ormai entrato in confidenza!).

Sono appena tornato da una (al solito) bellissima Torino, che questa volta mi ha donato una fantastica immersione nel mondo di Vincent Van Gogh con la mostra multimediale a lui dedicata.

Potrebbe non piacere a tutti, è particolare in quanto diversa dal solito offrendo un’esperienza nella quale si è appunto coinvolti dai quadri proiettati (anche in movimento), da una musica pensata ad hoc e da alcuni suoi testi di notevole significato. In questa maniera si vivono più profondamente le sue opere e da ciò ne guadagna il feeling con l’artista e la sua visione.

Per risparmiare le sorprese a chi è curioso non anticipo troppo, ma riporto alcuni suoi aforismi che sono riuscito a segnarmi:


«Preferirei morire di passione che di noia»

«La poesia ci circonda ovunque ma scriverla non è, ahimè, facile così come osservarla »

«L’amore è una cosa eterna; il suo aspetto può cambiare, ma non l’essenza»

«Sii consapevole delle stelle e dell’infinità in alto. Dopotutto la vita sembra quasi incantata».

«E’ osservando a lungo le cose che ti è permesso di maturare e trarne un significato più profondo».

«Faccio sempre ciò che non sono capace di fare, per poter imparare come farlo».

Buona visita a voi, per chi deciderà di andarci.