Cambiare tutto per non cambiare niente? Ieri sera ho partecipato alla manifestazione del centro-sinistra che chiedeva “la pelle” dell’orso Gentile, il nostro “caro” Sindaco. Le sue dimissioni dovrebbero essere il minimo considerato quanto (non) si è fatto dall’estate 2009 ad oggi. Ma certo, non ci si può tappare gli occhi innanzi ad un debito cittadino di 66 milioni di euro, con il quale Biella si è guadagnata l’8° posto tra le città più in rosso d’Italia.

Di chi è, quindi, la responsabilità della nostra pessima situazione? Sarà mica del non (o meglio pessimo) governo di centro-sinistra degli ultimi 20 anni più che del non (o meglio pessimo) governo di centro-destra degli ultimi 2 anni?

Di certo Gentile la situazione non l’ha migliorata con la malsana idea prima di costruire un sottopasso in via LaMarmora (?!) da 2 milioni di euro e poi con la volontà di realizzare una tangenziale per il Piazzo (?!) da 5 milioni di euro. Opere, oltre che fuori luogo, non certamente prioritarie per la città e sulle quali però gran parte del centro-sinistra ha mostrato un silenzio imbarazzante.

Non sarebbe perciò tempo di un bel “reset” generale? E’ tempo che le dimissioni le diano tutti i partiti, se non lo faranno loro gliele daranno i datori di lavoro, noi cittadini, appena ne avremo la possibilità.