10 milioni: se foste il Sindaco, come li usereste?

Written by lorenzodamelio. Posted in Informazione

Era da un po’ che non scrivevo sul blog: mancanza di tempo e altri progetti in corso. Ora, grazie ad Alessio (inchino), la grafica di questo piccolo spazio è migliorata e posso riprendere a scrivere con più piacere.

Volevo porvi all’attenzione la notizia del possibile investimento a Biella di 10.000.000 di euro (sì, avete letto bene: 10 milioni di euro!) per una tangenziale che collegherebbe il Bellone al Bottalino, affiancando il Piazzo. Due km circa di asfalto che costerebbero alla comunità, se la matematica non mi frega, 5.000 euro ad ogni metro!! Una spesa del genere identificherebbe questo progetto come la priorità di Biella: possibile? A fronte dei 66 milioni di euro di debito, non ha forse la città ben altre necessità? Questa proposta, che verrà discussa in Consiglio Comunale il prossimo 9 ottobre, ricorda l’altra “grande opera inutile” del sottopasso in via Lamarmora, tentata nel 2010, e che sarebbe costata quasi 2 milioni di euro.

La beffa è che – grazie Luigi della segnalazione – già 50.000 euro sono stati spesi nel 2011 (il consigliere Pietrobon ha quantificato il totale, ad oggi, in 80mila euro) solamente per lo studio di fattibilità (VAS, piano regolatore e indagine geologica).

Fosse per me, esistessero in bilancio (ma nemmeno ci sono!) 10 milioni di euro, lascerei che siano i cittadini a decidere come spenderli, con un bilancio partecipativo. Come si sta facendo a Cascina e in decine di altri Comuni d’Italia. Le idee non mancherebbero, sfogliando il programma (in divenire) del MoVimento 5 Stelle Biella ci sarebbe già un sacco di lavoro da fare. Ma se il Sindaco foste voi, come li investireste questi soldi?

Approfondimenti:
Eco di Biella del 27 settembre 2012.
La Stampa del 30 settembre 2012.
Foto by Ylbertdurishi

Come preparare degli Special Plumcake

Written by lorenzodamelio. Posted in Informazione

L’idea mi è venuta per festeggiare, insieme ai miei colleghi del Csv Biella, l’evento degli Special Olympics a Biella. Sono partito dalla ricetta delle Magdalene, per arrivare ad una sorta di plumcake. Ma passiamo subito al dunque.

Ingredienti necessari (per 10 plumcake): 80gr farina, 60gr burro, latte quanto basta, 5 gocce di aroma mandorle, 1/2 bustina di lievito, 60gr zucchero, 1 uovo, 150gr marmellata lamponi.

Procedimento:
1) Mescolare insieme farina, zucchero, lievito, burro sciolto a bagnomaria, aroma di mandorle, uova e latte;
2) Lasciare riposare il composto 30 minuti nel frigo;
3) Porre il composto negli stampini e infornarli per 10 minuti a 200°. Dopodichè estrarli dal forno, aprirli al centro con un taglio (che arrivi a metà profondità del plumcake) e versarci all’interno della marmellata. Quindi infornare nuovamente per altri 10-15 minuti a 180°.
4) Estrarre i plumcake dal forno, aggiungere altra marmellata fino a riempire il “cuore” dei plumcake. Quindi, una volta giunti a temperatura ambiente, aggiungere dello zucchero a velo sui bordi del plumcake (per dargli il colore bianco-rosso degli Special Olympics).

5 lavori in crescita per il 2017

Written by lorenzodamelio. Posted in Informazione, top

dream-job

Non è detto che le previsioni vadano assecondate. In quanto tali queste si possono avvicinare alla realtà, ma discostarsi in parte. E’ quindi anche l’affidamento alla creatività che può premiare coloro che arrivano prima ad indovinare un trend.

Nel 2009 ho discusso la mia tesi in Scienze della Comunicazione, si intitolava “Social network e non profit: le potenzialità del volontariato online”. Il rapporto tra social network e non profit è stato poi trattato in Italia a livello editoriale per la prima volta due anni dopo, con l’uscita di un libro dedicato all’argomento.

Mi permetto quindi oggi di fare nuove previsioni per quanto riguarda invece i servizi lavorativi di cui crescerà la richiesta, almeno nei prossimi 5 anni. Forse è un azzardo, ma a me sembra semplice:

1. Fundraiser (il Terzo Settore è in crescita e il volontariato è in avvicinamento al mondo profit)
2. Social Media Manager (non solo Facebook naturalmente)
3. Corrieri (per la continua crescita dell’E-commerce)
4. Formazione in e-learning (per l’avanzamento tecnologico e i bassi costi)
5. Settori etici in generale (almeno una fetta della popolazione sta passando dal mangiare biologico al vivere biologico)

E a voi, vengono in mente altre categorie lavorative in via di sviluppo? Ma, soprattutto, siete soddisfatti del vostro attuale lavoro?