MaestroShifu

Il bello è che si continua ad imparare. Anche alla mia, ormai, 30a orbita della Terra. Come avviene ultimamente, ogni anno mi ritrovo a fare il punto della situazione per dare forma a nuovi orizzonti e prospettive di cui mi piace circondarmi.

Eccomi quindi a riassumere 10 miei buoni propositi per il 2018, già cominciato. Magari alcuni cambieranno, chissà, intanto eccone elencati alcuni:

1. Equilibrio. Ossia impegnarsi all’armonia tra ciò che è la vita professionale e quella personale. Con lo sviluppo della New Media Agency BTREES di cui sono co-fondatore, questa è una bella sfida, considerato che mi appassiona ciò che faccio. 

2. Interdipendenza. La felicità, se condivisa, si moltiplica. Ne sono convinto, questo è il bello delle relazioni migliori. Viverle con serenità, tra quelle attuali e quelle “scoperte” a suon di sharing economy (Bla-Bla car, Couchsurfing, Gnammo, ecc.) fa sempre un gran bel bene.

3. Torino. Quest’anno è previsto il mio passo da Biella a Torino (dopo il periodo universitario, torno), che sarà una bella esperienza personale e professionale. Ci sarà da divertirsi!

4. Immaginare. Il panorama più affascinante si scopre scalando nuove vette: è come una palestra. Così re-inventarsi non è mai semplice, al mio ruolo in azienda da Innovation Strategist si stanno aggiungendo altre responsabilità (Operations Manager/Business Strategist) che sono sfidanti almeno quanto appassionanti.

5. Empowerment. A partire da me stesso. Perché condividere la conoscenza non può che migliorare chi la done e chi la riceve. Ci sono competenze come la gratitudine, la resilienza e l’ottimismo che rendono più bello il mondo.

6. Esperienze internazionali. Ci sono vette, ma anche fiumi, mari e oceani intorno a tutti noi. Esplorarli è un’attrazione continua per me, così come le opportunità che ciò può portare alla crescita di chi vive certe esperienze.

7. Viaggiare. Un proverbio africano dice «Ciò che non hai mai visto, lo trovi dove non sei mai stato». Non serve aggiungere altro, per me.

8. Impatto sociale. Le modalità posson essere diverse, ma il fine è comune. Che sia con aforismi e poesie, libri sui nuovi media ed il loro uso educativo oppure mentorship nei Paesi in via di sviluppo: siamo il nostro contributo nel mondo.

9. Creatività. Arte, musica, teatro, lettura: come farne a meno? Che siano mostre, spettacoli o libri è sempre un piacere avere la possibilità di sperimentare ciò con tutti i 5 sensi, sia come pubblico che come partecipante.

10. Bici. Questa estate ho avuto il piacere di vivere un’esperienza meravigliosa in Uganda, che però mi ha lasciato anche un infortunio al mio piede sx. Ciò ha debilitato quasi totalmente la mia possibilità di correre, sto valutando quindi se un nuovo modo di condividere il benessere potrà essere la bici.

E voi avete pensato alla vostra “Top 10” di aspirazioni ed ispirazioni?

Grazie per leggermi e buon inizio 2018 a tutti voi!